Giovanni Reale

Giovanni Reale è stato uno dei più importanti filosofi italiani, nonché storico della Filosofia e Professore universitario. Nato in un paesino in provincia di Pavia, frequenta il Ginnasio e il Liceo a Casale Monferrato. Prosegue i suoi studi all’Università Cattolica di Milano, laureandosi con Francesco Olgiati, fondatore con Agostino Gemelli della stessa Università. Il giovane Reale si sposta poi a Marburgo e a Monaco di Baviera per perfezionare i suoi studi filosofici. Ottiene l’abilitazione per insegnare, e comincia dai Licei. Successivamente vince un concorso per una cattedra all’Università degli Studi di Parma, dove i suoi primi corsi da Professore universitario saranno “Filosofia Morale” e “Storia della Filosofia”: è questo il periodo in cui comincia a porre le basi per le teorie filosofiche che lo renderanno uno dei più considerati pensatori italiani. Insegna poi alla Cattolica di Milano, tornando da Professore ordinario di Storia della Filosofia Antica tra i banchi tra i quali era stato alunno. Alla Cattolica Reale fonda anche il Centro di ricerche di Metafisica, in cui molti suoi allievi si sono formati. Dal 2005 passa a insegnare alla nuova Facoltà di Filosofia del San Raffaele di Milano, in cui fonda un nuovo Centro di ricerche su Platone e sulle radici platoniche del pensiero e della civiltà occidentale. Grande pensatore e grande divulgatore, Giovanni Reale ha sempre sostenuto che fosse stata la filosofia greca a creare e stabilizzare le categorie intellettuali ancora oggi alla base del modo di pensare occidentale: coerentemente, la sua ricerca si è rivolta a tutto l’arco del pensiero antico pagano e cristiano. I suoi contributi, tradotti in molte lingue, trattano Aristotele, Platone, Plotino, Socrate ed Agostino, reinterpretati con approcci di grande originalità. Tra le sue opere più importanti, da ricordare è il testo che ha accompagnato generazioni e generazioni di liceali, scritto con Dario Antiseri: Il pensiero occidentale dalle origini ad oggi, prima edizione nel 1983 e nuova edizione ampliata nel 2013, per La Scuola. Amplissima la bibliografia di Reale: tra le sue opere più importanti, ricordiamo la traduzione di moltissimi dialoghi platonici, iniziata nel 1961 con il Critone e continuata con Menone(1962), Eutifrone (1964), Gorgia (1966), Protagora (1969), Fedone (1970) e molti altri.
Da citare anche scritti come Il motore immobile (1963), Teofrasto e la sua aporetica metafisica (1964), Questioni di storiografia filosofica (1974 e 1975), Il pensiero occidentale dalle origini ad oggi (1983, già citato ma fondamentale), Filosofia e pedagogia dalle origini ad oggi (1985 e 1986), Lafilosofia nel suo sviluppo storico (1988), Antologia filosofica (1990), Storia della filosofia (1997). Oltre al campo specifico della filosofia antica e tardo-antica, Reale si occupa a vario titolo anche della storia della filosofia generale: ricordiamo la sua direzione delle collane filosofiche «Classici della Filosofia» e «Testi a fronte» della Bompiani. Inoltre, la sua nuova traduzione delle Enneadi è stata pubblicata nel 2002 nella collana «I Meridiani» della Arnoldo Mondadori Editore. Cura inoltre la traduzione e il commento di tutti gli scritti di Seneca, nel 1994. A Giovanni Reale sono state conferite tre lauree honoris causa: dall’Accademia Internazionale di Filosofia del Liechtenstein, dall’Università Cattolica di Lublino e dall’Università di Stato di Mosca. Nel 2011 gli viene conferito il Cavalierato su iniziativa del Presidente della Repubblica, nonché la cittadinanza onoraria della città di Siracusa (patria di molti importanti filosofi). (fonte IBS)

A Gutenberg 2, 2004, si discute “Radici, traiettorie e deviazioni dello spirito europeo”.

Seguici anche su

Facebook
Facebook
Twitter
YouTube
YouTube
Instagram
SOCIALICON