Carmine Abate

Trascorsa l’infanzia a Carfizzi, un piccolo paese arbëreshë della Calabria, dopo essersi laureato in Lettere all’Università di Bari si trasferisce ad Amburgo presso il padre emigrato. Qui insegna in una scuola per figli di emigranti e inizia a scrivere i primi racconti. Nel 1984 appare la prima raccolta di racconti Den Koffer und weg, a cui segue nel 1984 un saggio in lingua tedesca, scritto in collaborazione con Meike Behrmann, Die Germanesi, tradotto due anni dopo in lingua italiana col titolo I Germanesi, storia e vita di una comunità calabrese e dei suoi emigranti. Successivamente, ritornato in Italia, si stabilisce a Besenello, nel Trentino, dove continua l’attività di scrittore e insegnante. È autore di numerosi romanzi e racconti di successo. Il 1º settembre 2012 vince la 50ª edizione del Premio Campiello con il romanzo La collina del vento. Tra i suoi lavori: Nel labirinto della vita (Juvenilia 1977), Il ballo tondo (Marietti 1991), Dimore (Pellegrini 1992), La moto di Scanderbeg (Fazi 1999), La festa del ritorno (Oscar Mondadori 2004), Il mosaico del tempo grande (Mondadori 2006), Gli anni veloci (Mondadori 2008), La collina del vento (Mondadori 2012).

Seguici anche su

Facebook
Facebook
Twitter
YouTube
YouTube
Instagram
SOCIALICON